Bah gagli van-verati

Tema: la valigia di quando si torna nello Stivale. Ci sono due tipi di ‘valigie’ (che nel tempo grazie a Ryanair si sono trasmutate in borse che si spiaccicano ben bene sotto al sedile) che faccio solitamente per tornare nello Stivale. La valigia per andare nel posto in cui non abito è diventata un filmContinua a leggere “Bah gagli van-verati”

Pubblicità

Il contrario del si

Il contrario del si è il no. Il contrario del rimanere sposati per sempre è rimanerlo solo per un po’ . Il contrario del matrimonio giuridico è l’esatto non opposto di un divorzio giuridico: comincia legalmente con un pezzo di carta, finisce legalmente un pezzo di carta. Rimane un pezzo di carta. Anzi, di PDF.Continua a leggere “Il contrario del si”

Something gotta give

Una mattina, prima delle vacanze, mi sono svegliata e mi sono accorta che tutti i vestiti estivi, che uso mediamente una settimana all’anno, mi stavano stretti.Io che sono una non sportiva per eccellenza mi sono detta “pazienza, li uso solo una settimana all’anno”.Poi sono andata in vacanza ed ho iniziato a sentire parlare dell’ intermittentContinua a leggere “Something gotta give”

Dopo un anno di preview

“Cercati il tuo karma nel sitoFatti un clone maleducatoNon lasciare a casa l’invito.Cos’è che non va?Cosa non va?Baby, è un mondo super!”(LL) Oggi io porto mio figlio al circo. Ma il frastuono allegro del circo viene pure portato a voi. Voi che sapete chi siete. Dopo un anno e passa di previews e sneak peaksContinua a leggere “Dopo un anno di preview”

Regina di Cuori

No, oggi non vi parleremo, come tutto il resto dei media, della scomparsa di colei che qualche anno fa ha visitato il nostro localmarketenglish donandogli per sempre una targhetta all’esterno “qui passo’”.Non parleremo di colei che dice ora l’intramontabile Leo (non e’ piu’ Taoiseach ma sempre nei commenti politici rimane) ha definito un’importante spinta allaContinua a leggere “Regina di Cuori”

Stranded pt 2 (It’s a good day to be in London)

Cosi’ come era evidentemente inevitabile abbiamo perso la connection.Con BA che appena scendiamo dall’aereo ci accoglie con un voucher di 10 pound e un sorriso a cinquemila denti ” …. vi prenotiamo sul prossimo volo, pensiamo a tutto NOI”. Allora mi dirigo a Terminal 2, passo la sicurezza, con la solita routine:togli cose dalle tasche,Continua a leggere “Stranded pt 2 (It’s a good day to be in London)”

Di brisket, briscole e picche.

Domani si conclude la pausa dalla dieta, oggi, per continuare in bellezza, sono stata portata ad assaggiare il fantastico brisket Texano… una delizia deliziosamente imparagonabile a qualsiasi altra carne mai mangiata in vita mia. dopodiché per smaltire siamo andate da Target (ma come non avete target in Europa?), dove sono stata trascinata in una naturaleContinua a leggere “Di brisket, briscole e picche.”

Il Lavoratore in trasferta

Il lavoratore in trasferta, lavora.Si alza la mattina, che per via del jet-lag equivale al suo normale pomeriggio, si fa una doccia, si veste e va in ufficio.Esce, con quaranta gradi, per poi andare a congelare nel Campus. Il lavoratore in trasferta internazionale, osserva usi e costumi.Tacos alla mattina per colazione, snack che dolci piu’Continua a leggere “Il Lavoratore in trasferta”