Regina di Cuori

No, oggi non vi parleremo, come tutto il resto dei media, della scomparsa di colei che qualche anno fa ha visitato il nostro localmarketenglish donandogli per sempre una targhetta all’esterno “qui passo'”.
Non parleremo di colei che dice ora l’intramontabile Leo (non e’ piu’ Taoiseach ma sempre nei commenti politici rimane) ha definito un’importante spinta alla pace tra le nostre due nazioni.
Aprite qualsiasi altro sito, ne troverete a bizzeffe.

Oggi vi parleremo delle regine di cuori.
Quelle che regnano e regnano ma, anche, non fanno mai in tempo a procurarsi sudditanza.
E non fanno in tempo perche’ hanno troppa fretta di rimanere nel qui e ora.
Forse sono state scottate una volta, trasformate in Cenerentole a fare bucato, panni, piatti e a guardare uccellini che svolazzano intorno cinguettando quando sono depresse. Gialli e blu, e solo quelli.
Forse sono cosi’ di natura, un po’ Alice nel paese delle meravigliose prime volte.

Quando non sai quanti cucchiai di zucchero lui prende nel caffe’.
Quando fa lo sforzo di non russare, che non vi conoscete, ma se poi russa sei sempre in tempo a soffocarlo che non ci eri affezionata abbastanza.
Quando non ci sono segni di spazzolini, schiume da barba o altro genere di cose che non appartengono a casa tua.
Quando soprattutto non ci sono shampi, balsami, e trucchi dimenticati altrove, che dovrebbero solo appartenere a casa tua.
Quando nel farti un regalo, non azzecca la tua taglia, ma ti dici che e’ perdonabile, perche’ non ha azzeccato che non vi conoscete, mica perche’ e’ un uomo – dunque distratto.
Quando non sai niente del suo mondo, ne’ tantomeno lui del tuo.
Quando ti dice che sei bella perché non ti ha ancora visto con un capello fuori posto. Quando il capello va fuori posto mentre ti dice che sei bella. Quando la voglia di uscire assieme equivale alla voglia di stare assieme dentro. Etc etc.

La lista delle prime volte è potenzialmente infinita.

Essere una regina di cuori ha i suoi pro e i suoi contro, pure come essere una regina di picche. Entrambe collezionano idee di uomini, alla regina di cuori le idee per un po’ piacciono, a quella di picche non piacciono mai abbastanza, e lascia i pretendenti a piangere dal giorno 1.

Noi altre non apparteniamo a tale Categorie così ben definite, e speriamo di continuare a essere rappresentate da un jolly. Illudendoci di avere mille profili.

Quando nella nostra hot press c’è una felpa troppo lunga. Quando sotto al letto stanno delle scarpe troppo grandi per noi. Quando in cima all’armadio c’è un beauty case con una soluzione salina, ma noi non mettiamo le lenti da vent’anni. Quando guardiamo il sito di Intimissimi perché vogliamo tornare al caro vecchio design Stivalano, e i segreti di Victoria ci hanno pure un po’ rotto. Quando però, intanto, dopo una lunga settimana di lavoro, siamo già a letto, e allunghiamo un braccio, e c’è solo gatto. Pff pericolo scampato. Per essere sicure di non stare sognando andiamo in bagno è l’unico spazzolino blu e’ quello di nostro figlio. Perfetto. Possiamo ancora illuderci. Di essere salve.

Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: