Giorno per giorno

Tu che ti giri sul tuo seno
Mentre mi chiedi del futuro
E io ti rispondo solo quel che sai
Cioè: “non si sa ma
i”

Vai alla partita di tuo figlio e ti trovi suo padre abbracciato alla sua donna.
Pensi che e’ lecito pensare che vorresti essere li’ anche tu abbracciata a qualcuno a vederlo calciare un pallone.
Poi scrivi alle amiche ‘che devo andare a salutarlo?’.
Poi arriva il figliolo e vi incontrate.
Questa persona che haI visto due volte in vita tua, che ti saluta.
Ed e’ molto diversa da come l’hai vista l’altra volta, ha per lo meno otto centimetri in meno di te.
Non che sia importante ma e’ una constatazione da una che i tacchi non li sa portare.

La prima cosa che dici e’
“Ciao come stai?”
In quel come stai idiotico di questa lingua in cui tu non vuoi sapere davvero come la persona sta.

E si, perché a scuola ci hanno sempre insegnato
Bill dice: “Hey how are you?”
Sam risponde “Fine, thanks, and you?”.
E invece no – amici strappate tutti i libri. NON FUNZIONA COSI’.
A ‘how are you?’ si risponde ‘how are you?’ E BASTA.
E’ un po’ come quasi dire CIAO, nemmeno per forza si deve rispondere.

“E’ bello vederlo giocare cosi’ entusiasta” e’ la seconda cosa che vi dite.
Ma e’ gia’ un passo. Di anni ne son passati tre, di sto passo una conversazione riuscirete a farla quando saranno assieme da dieci. Forse.
“Ma lo sai che tu sei entrata nei miei post nelle lodi delle donne dei CCCE?” potresti dirle.
O quando finalmente la corte fara’ in modo che potranno sposarsi “grazie di avermelo portato via per sempre”.
O qualcosa del genere.

Faccio questi piani astrali che i miei debutti in società sono ancora, per fortuna molto lontani.
Lo dico mentre il bocconcino di pollo mi va di traverso.
Presumo che sia il fato a dirmi ‘datte na mossa’.
Presumo che mi ci voglia un Santo (Giovanni) a dover intercedere per me una sera d’estate, tanto per iniziare.
Santi Tutti fate che per inizio Luglio io sia single di fatto e di carta.
GRAZIE, poi ne riparliamo.
Che non si sa mai.




Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Una opinione su "Giorno per giorno"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: