A coffee for the road

“Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Come uscire fuori
Come respirare un’aria nuova
Sempre di più

Sarà sarà l’aurora
Per me sarà così
Sarà sarà di più ancora
Tutto il chiaro che farà”

Non per essere spocchiosa, che e’ un duro lavoro fatto anche di tante capocciate ai muri e nocche sanguinanti, ma sono sempre piu’ fiera della persona che sto diventando.

“Tutto ciò che ti succede non succede A te, ma succede PER te” mi ricorda un’amica che passo a trovare mentre lavora tra creme, oli e profumi.

Tutti coloro che “ci succedono”, non sono sulla nostra strada per caso – penso.
E allora guardo lei e vedo me, osservo fili che si intrecciano, noto (come se stessi guardando un film in cui la protagonista non sono io) me con questa torta in mano, appena comprata al mercato, che sto per portare a cena da un amico che entrambe conosciamo.

Come ci siamo conosciuti?
Forse abitando nel posto piu’ bello in cui io abbia mai vissuto.
E che sento sempre un po’ come casa ogni volta che ci arrivo, giro la curva, e vedo il mare.
Chissa’ – forse un giorno li tornero’ a dimorare.
Ma credo ci saremmo incontrati comunque.

“(gli incontri) fanno giri immensi e poi ritornano”

Ero in un locale, una roba tipo 11 anni fa.
C’erano dei quadri appesi.
Io dico alla proprietaria ‘che belli …. ma e’ Kinsale?’
Lei ‘ si, li dipinge un mio amico che ci abita. Anche tu stai li vero? Aspetta, ti do il numero….’

Ora sono appesi alle pareti di questa casa, dove sto io, davanti a una stufa caldissima (che bello il fuoco).
Non ci siamo visti per anni, e ora ci troviamo ‘d’improvviso’ genitori single, qui a parlare di noi, di CCCE, figli da crescere, app che offrono per lo piu’ one night stand, amori “lontani” complicati e bellissimi, karma.
Gli dico di avere appena visto la bionda – guarda un po’ il Reiki che connessioni ci mette davanti.
Tutti e tre in diverse fasi del percorso, del nostro percorso con l’energia. Proviamo a trovarci per uno scambio. Pensiamoci. Guardo le pareti piene di mare e colori ad olio, e mi dico che dovrei tornare a disegnare
Chissa’… ci accomunano forse molte piu’ cose di quelle che crediamo..

Saranno stati dieci anni fa.
Ero su un sito di “expat”.
Il marito mi scrive per chiedermi informazioni, sta valutando con la sua famiglia di trasferirsi dallo Stivale al posto Isolano in cui vivo. Mi manda una foto del suo matrimonio ‘questa e’ mia moglie’.
Una donna bellissima, con un sacco di luce attorno.
Ci teniamo in contatto.
Un giorno, “per caso” abbiamo lo stesso volo Milano – Cork, e ci troviamo in aeroporto..
Era la prima volta che ci vedevamo. Lei si presenta e mi sorride. E io so che un caso non era.

All’alba di questo nuovo inizio,
in questo giorno cosi speciale,
voglio ringraziare di nuovo Signora Vita,
non smettero’ mai di farlo.
Per tutte le belle persone che mi ritrovo accanto, sempre.
Non so spiegare quanto mi riempia il cuore.

In questo giorno cosi speciale,
in questa Aurora,
il sentirmi cosi piena per un dono cosi grande e’ una cosa che voglio continuare a portarmi dietro.
In questa Alba, a questo Universo,
GRAZIE.

Buon Inizio!

Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: