In eta’ da marito

Sei arrivata apposta,
come ci frega l’amore,
da’ degli appuntamenti,
poi viene quando gli pare

Per una volta io e la sorellina ci troviamo d’accordo, succede talmente poco … e’ decisamente bello e ti fa vedere quanto le vuoi bene, nonostante le duemila volte in cui proprio le vostre opinioni sono talmente divergenti.

Che succede? Sto giro non siamo d’accordo col babbo, che, per come la vediamo noi, sembra volerci dire che un uomo accanto serve per forza.
Perche’ siamo donne di mezza eta’, e abbiamo bisogno di una spalla su cui appoggiarci dice.
… lo dice da un posto di sentimento, in cui un genitore si preoccupa che un figlio “sia in buone mani” nel futuro, che sia al sicuro, non so, una roba cosi’ forse? Probabilmente si.

Si, ma tante volte le mani migliori sono semplicemente le tue.
E l’amore capita, non lo si sceglie a tavolino.
Un uomo, una relazione, non funzionano in base alle ‘garanzie’ che ti possono offrire…. o almeno, nella nostra parte di mondo fortunatamente non e’ cosi. Altrimenti ci affidavamo ad un matrimonio combinato.
Se no mi metto col primo riccone che capita, e dopodomani divorzio di nuovo.
Oppure restavo col mio ex, che dalle lampadine ad aggiustare tutte le cose di casa era assolutamente perfetto. Peccato non bastasse.

Ci sta anche, che babbo e’ fidanzato, ha sempre detto di non volere stare da solo, ha un figlio (il minore) che pure convive, e poi due figlie single convinte, sta roba gli fara’ un po’ specie … ma tant’e’.
Ne’ io ne mia sorella ci affideremo a PostalTinder.
Lui dice che abbiamo bisogno di un progetto. Inteso come progetto di vita con qualcuno, che dobbiamo guardarci in giro… Che le persone ‘sole’ non possono essere felici. Io in totale disaccordo.
Poi un progetto possono essere tante cose, e non vorrei sottovalutasse che per me, in primis, ora e’ crescere il mostriciattolo. Al meglio che posso. Con le risorse che ho. Qui. Lui e’ il primo uomo della mia vita, sicuro.

Io un po’ ribatto, ma alla fine navigando tra i miei pensieri mi ammutolisco.
Perche’ ci sono tante cose che non diro’. Perche’ l’amore decisamente non si pianifica.
Ed e’ questo il suo bello, ed e’ questa la sua dannazione. Croce e delizia.
Se fosse facile, tutto calcolabile da A a Z, non avrei la vita meravigliosa che ho ora. Ne vale sempre la pena.

Quindi ci rido su.
Con uno con cui e’ maledettamente bello ridere.
Gli dico che io un piano ce l’ho: fondare una nuova civiltà.
Il piano parte dal presupposto che vivere con un compagno, tre figli, e il gatto TUTTI MASCHI sarebbe un po’ ingiusto nei miei confronti. Per cui e’ necessaria una bambina, a farmi compagnia.
Ah, se avessimo dieci anni in meno….. ma, se ci sbrighiamo, ancora stiamo in tempo.
Se nasce un maschio lo si mette in una cesta, lungo il fiume… e siccome non solo il primo, ma almeno i cinque dopo sarebbero sicuramente dello stesso sesso, piano piano (ri)popoleremo un tratto di costa.
Fossimo di estrazione sociale alta, sarebbero arrivati al Circeo. Ma noi li mandiamo un 100km piu’ in su, dove stiamo certi Aureliano li potrà difendere.
(Altro che fidanzato, per vivere bene un protettore accanto ci vuole …..ah ah ah).
Prima o poi arriverà una nanerottolA, e li saranno cazzi.
Perche’ allora, noi “senza piano” (crescere i nostri figli al meglio che possiamo?) in uno stesso luogo dovremmo pur stare. E come cavolo facciamo? C’e’ da dire che il mio gatto e’ tra tutti i il piu’ restio agli spostamenti (e’ assodato, dovevate vederlo in macchina, nella gabbietta, a traslocarlo di due km….). E Gatto pareggia me a figli due.
In questo istante mi sto chiedendo se abbia mai sentito parlare di Torre Argentina, perche’ potrebbe avere un certo sex appeal una vita cosi’ esotica. Per lui. Io preferisco le mie temperature miti.
Inizio a pensare cosa gli possa essere stato detto, e a capire tutta sta cortesia di alzarsi a cibarlo la mattina presto. Mica era per me per farmi stare a letto… tutto un brainwashing. A me. E a Gatto. … e io che pensavo fosse un atto romantico. Ci stavo quasi cascando.

Penso ai ‘progetti’ della mia vita. Penso che probabilmente io e mio padre ne avevamo ‘uno simile’ quando ci siamo sposati. Eppure guardaci ora…
Penso, anche, a quelli che spergiurano che mai si sposeranno ma poi lo fanno, e stanno assieme per sempre – e non era il loro progetto manco li’…
Penso alle cose che ho fatto rimboccandomi le maniche, e magari a babbo non sembra, e il 90% delle volte pure a me, ma le ho fatte tutte da sola. Almeno nel senso che intende lui.

Cambiamo e cresciamo e ci rinventiamo ogni giorno e credo che l’unico piano che si possa fare e’ cercare di rimanere fedeli a se stessi. Sempre.

Ps – sempre valido

Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: