Gli aerei stanno al cielo


(Sta in) una stanza vuota e tranquilla
Dove aspett(a) un amore lontano
e (si) pettin(a) i pensieri
con (la tazzina) nella mano

La mattina che prese il treno
e seduta accanto al finestrino
vide passare (mezz’) Italia ai suoi piedi (non so piu’ quante volte)
(poi gioco’) a carte (con un bambino)

(Mie ovvio sono solo le parentesi, il resto sono canzoni nate prima di me, passate in sottofondo nella mia vita da bambina, e mai dimenticate. Ripescate da adulta, quando finalmente potresti anche capirle 🙂 ).







Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: