Senza stivali

C’è che di figliolo non ne hai uno, bensì due. Il primo tifa Inghilterra, il secondo chiunque gli dia da mangiare. Il primo sarà teenager tra un po’. L’altro già lo è. E dunque assaggi già il sapore di quelle notti in cui si sta svegli ad aspettare che la prole rientri. Anche perché lui le chiavi non le ha mica, e devi per forza ogni tot andare a controllare se si degna di tornare, o è il caso di lasciarlo fuori, dite?Per pietà lasci la porta aperta un pochetto, e torni sotto al piumone. Poi senti un tonfo sotto ai tuoi piedi. Ripensi a tutto quello che non ti ha combinato in vacanza, alla maestria subdola con cui ha intortato gli ospiti. Al giorno in cui ti hanno fatto notare quello sguardo assassino in fissa. A volte si dice “se i muri potessero parlare”… a volte ti chiedi semplicemente “ah, se parlasse lui, chissà che pensa, o che vuole, che direbbe…”. Ma le vacanze sono finite, e dunque, per molti versi, pure la sua pacchia. Che non troverà nessuno a viziarlo domattina all’alba. Perché si sa, viziare non rientra tra i compiti dei genitori, che per quello esistono gli altri. E dai che ora si dorme. Notte.

Pubblicità

Pubblicato da Fondi di Caffè

Mai prendersi troppo sul serio ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: